Circolari‎ > ‎

Numerazione univoca delle fatture emesse

pubblicato 11/gen/2013 00:14 da Emanuele Bovieri

Circolare n.1 del 11/01/2013.

OGGETTO: Numerazione univoca delle fatture emesse

In seguito alle modifiche apportate all'art. 21 del DPR n.633/1972 da parte della Legge 228/2012 (Legge di stabilità 2013) ogni fattura emessa deve indicare un « numero progressivo che la identifichi in modo univoco ». Ricordiamo che in precedenza la norma prevedeva che « la fattura è datata e numerata in ordine progressivo per anno solare ». Pertanto non è più richiesto il collegamento tra numerazione del documento e anno solare di emissione e quindi viene meno l'obbligo di azzerare la numerazione ad inizio dell'anno.

Con la risoluzione n.1/E del 10/01/2013, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il contribuente potrà adottare diversi sistemi di numerazioni :

  • utilizzare una numerazione progressiva che non si azzeri ad inizio anno ;

  • utilizzare una numerazione progressiva che si azzeri ad inizio ma che indichi l'anno di emissione (con una forma del tipo « fattura n.1/2013 », « fattura n.2/2013 », …., « fattura n.1/2014 », …, « fattura n.53/2014 », …, « fattura n.1/2015 », ecc ;

  • continuare ad utilizzare il metodo comunemente utilizzato fino ad oggi consistente nell'azzerare la numerazione ad inizio anno e senza indicare l'anno accanto al numero ; in tal caso l'univocità del documento sarà garantita dalla data dello stesso.

In ogni caso permane l'obbligo di indicare specificatamente la data di emissione della fattura.


Lo Studio.

Ċ
Emanuele Bovieri,
11/gen/2013 00:14
Comments